Spazio Vuoto Riservato a Gianni Pettena

ZONA PIAZZA VETRA

MEGA | piazza Vetra, 21
Gianni Pettena

inaugurazione  29 marzo dalle 18:30 alle  22:00

Gianni Pettena, una delle figure più rappresentative della ‘architettura radicale’ degli anni settanta, colloca la sua pratica artistica/intellettuale tra l’arte concettuale e la land art, con un leitmotiv in cui il suo credo si confronta sempre con una fisicizzazione ricondotta alla scala del corpo e del contesto. Declinando i confini tra le discipline artistiche e architettoniche, pubblica nel 1973 il saggio L’Anarchitetto, dove emerge la sua visione progettuale: “un’architettura per la mente non attardata da sterili dibattiti di legittimità disciplinari ma aperta invece a pensare e connotare i territori della fisicità ambientale in forti espressioni di pensiero e intensità emozionali”.

Spazio Vuoto Riservato a Gianni Pettena, è un progetto inedito attraverso il quale Pettena indaga gli aspetti più profondi dello spazio vissuto, un percorso verso la scoperta di un approccio altro della disciplina architettonica. Questo lavoro si snoda tra rottura e memoria alla ricerca di una nuova definizione dello spazio e del rapporto dicotomico tra pieno e vuoto. Attraverso l’uso della performance, si intende creare una spaccatura con il termine e l’idea stessa di vuoto, al fine di attribuire ad esso una nuova e fragorosa valenza simbolica. Il vuoto architettonico/umano prende forma attraverso il tempo dell’attesa creando ponti e interazioni tra la dimensione spaziale e quella temporale.

Si tratta di un’operazione a favore del pubblico, dove esso viene portato a riflettere sulla spazialità vissuta da ogni individuo. L’atto della performance innesca il momento artistico, ma sarà il suo esaurirsi a cristallizzarne e formalizzarne i lasciti, ben evidenti e in continua interazione tra l’interno e l’esterno dello spazio di MEGA.