IL SOCIALE NELLA MODA |ITALIANA. L’Italia vista dalla moda 1971-2001

Stefano Karadjov, docente di Tecniche per la produzione di eventi espositivi al MEC | Master Eventi Culturali e responsabile della produzione di ITALIANA. L’Italia vista dalla moda 1971-2001 racconta gli snodi tematici della mostra curata da Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi, Palazzo Reale di Milano dal 22 febbraio al 6 maggio

Nove stanze, nove temi socio-culturali, trent’anni di storia del costume.

ITALIANA. L’Italia vista dalla moda 1971-2001 è una retrospettiva crossmediale di fenomeni politici, culturali e sociali che hanno caratterizzato l’Italia e che la moda, per prima, è riuscita a manifestare visivamente.

Punto focale della mostra è il tema dell’identità.

<<Si parte con la sezione dedicata all’identità>> spiega Stefano Karadjov <<sapientemente resa dall’immagine guida della mostra: la fotografia fronte retro “Unilook” realizzata nel 1971 per un servizio moda da Oliviero Toscani.

In una stanza dove campeggia una grande opera d’arte di riferimento, “L’architettura dello spazio” di Michelangelo Pistoletto, si permette ai visitatori di specchiarsi all’interno di un sistema di valori che trova in quegli anni (1971 – 2001) la matrice di un cambiamento caratterizzato da una precisa intonazione. Attraverso una quindicina di abiti, soprattutto inerenti i primi quindici anni del periodo osservato, la mostra racconta il cambiamento dell’identità nella moda e nel Paese>>.

ITALIANA è un dialogo fra oggetti, abiti, opere d’arte di differente natura in grado di generare continui rimandi, contribuendo alla costruzione di un universo di significati. Radicale è la forza degli emblemi di cui la moda italiana sposa il portato comunicativo e cui la mostra dedica ampio e suggestivo respiro.

Fonte Il Post

<<La stanza chiamata logomania>> spiega Karadjov <<racconta come in Italia, in quegli anni, si registri un fenomeno nuovo rispetto alla grammatica della moda internazionale ma anche rispetto al consumo e al consumismo. Negli anni ‘80, si impone l’utilizzo del marchio in associazione a una quantità di oggetti diversi dall’abito (accessori, leisure, forniture). La stanza dedicata al tema, allestita con quattro enormi armadi di cristallo e decine di ripiani in cui sono riproposti oggetti di ogni tipo, è una sorta di wunderkammer di un ipotetico collezionista di plurali oggetti dei vari brand moda. Ciò, naturalmente, è stato raccontato non perché sia semplicemente avvenuto ma perché è avvenuto in Italia grazie ad una rosa di marchi che, in quegli anni, lanciano un fenomeno che ha contribuito a cambiare il consumo in generale>>.

Estremamente suggestivi i momenti di interludio fra tematiche diverse. Il diorama, allestito in una delle sale di Palazzo Reale, ha l’ambizione di concettualizzare visivamente le forme di vestizione che l’architettura è in grado di realizzare. Come in un museo di scienze naturali in cui i diorama illustrano un certo tipo di ecosistema, ITALIANA ripropone un interno ripreso da una copertina di moda del gruppo Memphis nel tentativo di render prova di certo stile dell’abitare e di vestire lo spazio.

Accento peculiare è stato affidato al made in Italy nella sua declinazione prettamente riferita alla postproduzione e alla capacità della moda italiana di utilizzare capitale grezzo per trasformarlo in un’infinita varietà di repliche diverse. << È un qualcosa che caratterizza la moda italiana perché, solo in Italia>> conclude Karadjov <<grazie all’estrema competenza delle imprese della moda e di tutta la catena di produzione, si riesce a realizzare una serie infinita di varianti di una certa collezione. Il tutto, in tempi estremamente ridotti, grazie al dialogo diretto che, attraverso lo stilista, il mondo della moda ha istaurato con la produzione. Ciò è quanto ha reso grande il pret à porter italiano>>.

Per info www.palazzoreale.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...